Come Cominciare a Correre a Piedi Nudi

Le scopo principale delle calzature è di proteggere i nostri piedi e migliorare le performance, ma è dimostrato che correre a piedi nudi consuma circa il 4% di energia in meno del correre con le scarpe, e che le persone che corrono a piedi nudi sono meno soggette agli infortuni legati alla corsa.

 

piedi nudi

Se sei interessato alla corsa a piedi nudi, potresti pensare che si tratta soltanto di togliersi le scarpe. In realtà, potresti aver sviluppato delle abitudini che non sono compatibili con il correre a piedi nudi. Questa guida ti spiegherà alcune tecniche che ti aiuteranno a farlo nel modo più corretto.

Comincia con trenta minuti di attività a piedi nudi ogni giorno per 3-4 settimane. In questo modo darai la possibilità ai tuoi piedi di sviluppare una pelle più spessa, in grado di raggiungere velocità maggiori e di resistere più a lungo. Comincia con una semplice camminata, poi fai dello jogging, e infine inizia a correre, ma limita l’attività fisica a trenta minuti giornalieri, per i primi tempi. Se il cambiamento è troppo brusco, potresti sviluppare una fascite plantare.

  • Cammina per pochi minuti in modo da consentire ai tuoi piedi di acquisire familiarità con la superficie del terreno. Strade asfaltate o di cemento andranno benissimo. L’erba, a meno che non sia molto curata, è sconsigliata, poiché potrebbe essere troppo irregolare e piena di ciuffi e radici.
  • Saltella sui piedi come un pugile. Ripeti questo passaggio tre volte, così da rilassare polpacci e metatarsi.
  • Anche esercitarti con le caviglie e i piedi è un metodo valido per aiutarti nel passaggio.

 

correre-in-spiaggia

Costruisciti delle scarpe da corsa minimaliste se fuori è troppo freddo, o se hai paura di tagliarti i piedi, ma sarebbe veramente meglio non doverle indossare per nulla. Si tratta in pratica di semplici calze rinforzate, e utilizzandole perderai molte delle sensazioni legate alla corsa a piedi nudi. Potresti anche comprare delle scarpe da corsa minimaliste che assomiglino più che altro a dei guanti per piedi. Non sono come le scarpe da corsa ultrasottili, che invece hanno un arco plantare di supporto e un tacco imbottito.
 
Guarda avanti, ma non verso il basso. Una delle domande più frequenti riguardo alla corsa a piedi nudi è “Ma come faccio a evitare di calpestare qualche oggetto affilato?” e la risposta più comune è “Usa gli occhi. Sono fatti per questo.”

  • Controlla il terreno davanti a te per cercare oggetti affilati che dovresti evitare, ma non guardare in basso proprio di fronte ai piedi. Non solo è una pratica sbagliata, ma non ti darà comunque il tempo di evitare di calpestare qualcosa in maniera naturale.
  • Anche se indossi delle scarpe da corsa minimaliste, dovresti sempre essere cosciente di dove metti i piedi. Non sconfinare, come fai quando indossi delle normali scarpe. Fai attenzione.
Controlla la postura.

  • Tieni la testa, il collo e la schiena dritti. Non essere dinoccolato. Solleva il petto e rilassa le spalle.
  • Tieni alta la testa e continua a guardare davanti. Rilassa lo sguardo sulla linea dell’orizzonte. Se non riesci a rilassare lo sguardo, allora scegli un oggetto distante, mettilo a fuoco e continua a guardarlo.
  • Piega un po’ le ginocchia. Dovresti sentire il peso che sale dalle suole. Piegale di 4-5 gradi, e inclinati in avanti di altrettanti gradi. Tieni piegate le ginocchia più che puoi. In questo modo riduci al minimo la possibilità di appoggiarti prima sui tacchi.
  • Spingi delicatamente le anche in avanti. Dovresti dirigerti con le anche, non con la testa o le spalle.
  • Controbilanciati. Fai ruotare le anche assieme alle gambe, mentre le spalle tendono nella direzione opposta.
  • Tieni i piedi sotto il baricentro. Non oscillare da un fianco all’altro.
Fai delle corte falcate. Quando la gente indossa scarpe con suole imbottite, tende ad allungare la falcata e atterrare sui talloni. Quando sei a piedi nudi, però, probabilmente ti verrà più naturale accorciare le falcate, e atterrare sulla parte anteriore del piede. In questo modo il piede assorbe meglio l’impatto.
 
Solleva i piedi più in fretta, e prima di come faresti in una corsa normale. Dovresti sollevare il tallone prima ancora di avere completamente appoggiato la punta del piede.
 
Non bloccarti improvvisamente, come fa la maggior parte della gente quando indossa le calzature. Per fermarti, raddrizza schiena e ginocchia, e ti arresterai in maniera naturale.
correre a piedi nudi

CONSIGLI

  • Consulta il tuo medico prima di programmare qualsiasi attività fisica.
  • Mantieniti sempre idratato quando ti alleni.
  • I prati ben curati e le spiagge sabbiose sono ottimi posti per cominciare a far pratica. L’asfalto è un po’ più duro sotto i piedi, seguito dalla ghiaia e dai ciottoli.
  • Dopo una corsa, le caviglie hanno bisogno di essere massaggiate un po’, poiché hanno effettuato uno sforzo. Non dovrebbero esserci scottature o abrasioni sulle tue piante dei piedi. Se trovi delle abrasioni, allora inchinati maggiormente e piega di più le ginocchia.
  • Se ci sono molti vetri rotti sul terreno, rallenta e cerca di trovare dei punti liberi dove appoggiare i piedi in sicurezza, anziché concentrarti sui cocci.
  • La sabbia profonda o soffice è perfetta per un allenamento più intenso.

 

Il modo piu’ salutare per correre e’ a piedi nudi e non con le sempre piu’ avveniristiche e costose scarpe da ginnastica sponsorizzate dai grandi campioni.Correre scalzi fa bene alla salute!

 

correre piedi nudi

Leggi Anche: