Crea sito

Consigli per il rientro a scuola

Consigli per il rientro a scuola

So che ormai le scuole sono già iniziate o inizierano a giorni, ma ho pensato comunque di scrivere un post di incoraggiamento per tutte le ragazze che devono tornare in classe e non sanno bene come truccarsi in modo interessante, ma appropriato. In particolare mi rivolgo alle più giovani, che magari iniziano quest’anno il liceo e si troveranno in un ambiente completamente nuovo!

Ecco un tutorial con look per il “back to school”

Correttore: Molte di voi saranno ancora abbronzate, per cui la vostra carnagione dovrebbe essere bellissima anche senza l’aiuto di fondotinta e prodotti coprenti (che in ogni caso non consiglio per le più giovani). Brufoletti e occhiaie, però, continuano a farci compagnia…che fare? La cosa migliore è utilizzare un correttore (mi raccomando, non deve essere troppo chiaro e rosato, perché risulterebbe grigiastro sul vostro incarnato dorato), da applicare sotto gli occhi, sulle imperfezioni e sulle zone che tendono ad arrossarsi, ad esempio i lati del naso. Con un pennello a setole compatte (ottimo il Powder Brush di Elf) sfumate e lavorate il prodotto finché non si fonde con la vostra pelle. In questo modo avrete coperto solo il necessario, lasciando respirare il resto del viso! In caso di lucidità spennellate un po’ di cipria trasparente, ma cercando di ottenere un effetto naturale e non troppo polveroso.

Matite per occhi colorate: Ovviamente questo consiglio non vale per tutte, ma sarebbe meglio evitare il nero, soprattutto se non avete ancora trovato la matita miracolosa che dura e non sbava e se tendete ad avere gli occhi piccoli, in particolare di mattina quando siete ancora assonnate. Un bel marrone, un verde, un viola o un azzurro possono creare un look d’impatto e facilissimo da realizzare: basterà applicare il colore nella rima interna inferiore o subito fuori, lungo l’attaccatura delle ciglia, e aggiungere abbondante mascara. Tra l’altro se possedete diverse tonalità potete cambiare ogni giorno, magari abbinando il trucco ai vestiti o a un accessorio, ad esempio una bella sciarpa. Se invece vi piace e soprattutto siete in grado di applicarlo potete provare a tracciare una riga sottile sottile di eyeliner nero, lasciando la parte inferiore dell’occhio senza matita e mascara, per un look comunque fresco e pulito.

 

Ombretti chiari e luminosi: Ognuna ha il suo stile, ma diciamo che arrivare in classe con uno smokey eye nero o viola non è proprio consigliabile, soprattutto se avete professori un po’ severi. Questo non vuol dire rinunciare completamente agli ombretti, però sarebbe meglio sceglierli in tonalità chiare (rosa, color carne, beige, dorati, marroncini, colori pastello), magari satinate e luminose visto che alla vostra età non avete rughe o palpebre cadenti! Usate poi un colore chiaro per creare un punto luce nell’angolo interno dell’occhio.

Piegaciglia: Moltissime donne passano una vita intera senza aver mai provato a usare un piegaciglia. Se potete, compratene uno, anche da pochi soldi, e guardate la differenza: non potrete più farne a meno! In particolare la mattina, quando siamo stanche e non abbiamo voglia di prepararci, possiamo ottenere uno sguardo sveglio e gli occhi più grandi piegando le ciglia per pochi secondi. L’ideale per mantenere la curva è un mascara waterproof, ma se vi annoia l’idea di doverlo togliere potete usarne uno normale, o addirittura un gel trasparente che tenga solo la piega.

Blush: Non c’è niente di meglio di un tocco di blush rosa o corallo per rallegrare un look! Se avete problemi di lucidità o pori dilatati restate fedeli ai prodotti in polvere, ma se avete una pelle normale o secca potete provare un fard in crema, semplice da applicare e sfumare.

Burrocacao e tinte per labbra: Se ripenso alla mia adolescenza, il prodotto che non mancava mai e poi mai nel mio astuccio era il burro di cacao, magari leggermente colorato, che mantenesse le labbra idratate e lucide, ma restando pur sempre facile da applicare e appropriato. In realtà credo che se avessi 16 anni adesso preferirei i matitoni/tinte per labbra, idratanti e a lunga tenuta, che non necessitano di essere ritoccati ogni mezz’ora come un normale gloss. Secondo me rossi e fucsia troppo intensi andrebbero lasciati per il pomeriggio in centro con le amiche o per la sera, ma si tratta solo della mia opinione.

Accessori colorati: Non so voi, ma fino a una certa età il mio guardaroba era assolutamente basico, anche perché non avevo ancora sviluppato un mio stile personale. Una buona idea per dare quel tocco di più sono gli accessori: ho una semplice maglietta bianca? Aggiungiamo una bella collana o un paio di orecchini pendenti e il gioco è fatto!

Smalti: Non c’è bisogno che sia io a dirvelo, visto che conosco poche ragazze tra i 12 e i 18 anni che non siano ossessionate dagli smalti (grazie Kiko!), tanto da avere collezioni notevoli! Insomma, lo sapete, lo smalto può essere di un colore pazzo, ma non risulta mai volgare o inappropriato…quindi divertitevi pure! Unica limitazione per me sono gli smalti neri: difficilissimi da applicare, fanno sembrare le unghie più corte e sono un po’ da famiglia Addams. Se proprio volete una tonalità scura, provate un blu, un viola o un marrone.

Capelli naturali o pettinature semplici: Sarebbe assurdo pensare di svegliarsi ogni mattina un’ora prima per piastrare, arricciare o intrecciare in modi complicati la chioma. Ovviamente ci sono quei giorni in cui vogliamo essere più carine e ci impegniamo di più, ma credo che nella quotidianità sia giusto accettare i propri capelli naturali, che siano lisci, mossi o ricci, senza stressarli troppo con il calore. Via libera quindi a capelli sciolti, magari con il ciuffo tirato indietro con una mollettina, code di cavallo, trecce di lato, chignon, cerchietti… insomma, tutti modi semplici e veloci per cambiare look, senza l’uso di piastre e ferri.

Ragazze un grandissimo in bocca al lupo a tutte!

 

Salva

Consigli per il rientro a scuola ultima modifica: 2017-09-07T13:14:42+00:00 da belleconavon

Leggi Anche:

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all’art. 1, comma III della L. n. 62 del 7.03.2001. ©Il Materiale sono di proprietà e il copyright dei rispettivi proprietari