Crea sito

La storia del rossetto rosso

La storia del rossetto rosso

Dire che il rossetto rosso è un evergreen non è un’esagerazione, infatti questo cosmetico veniva utilizzato fin dai tempi dei Sumeri. Cleopatra poi ne era una sua grande estimatrice, anche se all’epoca era formato da una pasta di coleottero e formica tritata. Veniva applicato perché le labbra rosse erano simbolo di prosperità e quindi simboleggiava l’appartenenza alle classi sociali più agiate.

Nel corso della storia altre donne sono state fan del rossetto rosso, tra tutte la regina Elisabetta I, che sembra fu morta proprio a causa di questo cosmetico. Infatti il red lipstick veniva preparato con cera d’api, pietre rosse e piombo, è per questo che moltissime persone si intossicavano fino a morire avvelenate. Sembra questo il motivo per cui fu bandito dall’Inghilterra e chi lo indossava veniva pure etichettata come “scostumata”, diventando quindi un cosmetico utilizzato dalla prostitute. Pensate che se una futura sposa lo indossava prima del matrimonio, il marito poteva chiedere l’annullamento del matrimonio. Per non farci mancare nulla sulla storia del rossetto rosso, una curiosità: per un periodo fu legato alla stregoneria. Si diceva che solo le donne maliziose lo indossavano, per poter adescare gli uomini e fargli qualche sortilegio… 

Durante la Seconda Guerra Mondiale il rossetto rosso divenne invece un simbolo di forza. Churchill decise di non razionalizzare la produzione del rossetto rosso perché lo riteneva un sostegno morale per le donne che dovevano mandare avanti un Pese mentre gli uomini erano sul fronte a combattere.

Più tardi anche a Hollywood inizia ad affermarsi come tratto distintivo di molte star, pensate a Marilyn Monroe o Elizabeth Taylor; Frida Khalo invece era solita mettersi il rossetto rosso e firmare le sue lettere amorose con il segno di un bacio.

Sempre in quegli anni il rossetto rosso divenne il simbolo delle suffragette che lottavano per la parità di genere: si pensa che fu così che nacque il lipstick prodotto da Elizabeth Arden, sostenitrice del movimento.

La storia del rossetto rosso ultima modifica: 2017-07-15T09:28:40+00:00 da belleconavon

Leggi Anche:

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all’art. 1, comma III della L. n. 62 del 7.03.2001. ©Il Materiale sono di proprietà e il copyright dei rispettivi proprietari