Crea sito

Radicali liberi per non invecchiare consigli

Radicali liberi per non invecchiare consigli

Spesso si sente parlare, anche a sproposito, di radicali liberi, invecchiamento precoce e antiossidanti, ma raramente ne viene spiegato il reale meccanismo d’azione.
Innanzitutto bisogna chiarire il concetto di radicale libero, ovvero una molecola molto reattiva a causa della presenza di un elettrone spaiato, pronta a reagire con qualsiasi altra molecola, un po’ come quando si va in palestra e si dimenticate il deodorante, certo magari quello delle amiche non è della nostra marca preferita ma lo si accetta comunque, perchè ci serve per essere belle profumate, c’è però una sostanziale differenza perchè mentre il deodorante solitamente lo si restituisce a chi ce lo presta, i radicali liberi si appropriano di una parte della molecola con cui reagiscono.
Ciò provoca una serie di reazioni a catena, perchè la molecola a cui è stato sottratto un pezzo va a reagire con altre che portano alla formazione di altri radicali.
In tutto ciò il problema consiste nel fatto che i radicali non reagiscono con molecole qualsiasi ma con le componenti delle nostre cellule, e ciò causa gravi danni che non sempre possono essere riparati, e quando la cellula accumula troppi danni va in contro ad una morte programmata per proteggere l’organismo, questo però succede solo nelle cellule che possono replicarsi illimitatamente, mentre nelle cellule perenni, come quelle del nostro cervello, i danni si accumulano, le cellule da una parte muoiono senza venire rimpiazzate e dall’altra continuano a portare dei danni che a lungo andare fanno invecchiare l’organismo.
Da ciò emerge come sia fondamentale rallentare la formazione dei radicali liberi e bloccarne l’azione per rallentare l’invecchiamento. Per invecchiamento si intende non solo la comparsa delle rughe ma anche la degenerazione delle funzioni dei nostri organi e delle nostre capacità mentali.
I radicali liberi possono essere generati da fattori esterni come l’inquinamento, le radiazioni, lo stress, i raggi UV e alcune tossine, ma vengono anche prodotti normalmente dal nostro metabolismo cellulare ( perciò non c’è scampo ! ).
Purtroppo l’invecchiamento è una delle poche certezze della vita, e nonostante tutti i nostri sforzi prima o poi arriverà, ma possiamo comunque tenerne a bada gli effetti perchè la natura ci ha fatto dono degli antiossidanti.
Gli antiossidanti permettono di rallentare le reazioni dei radicali e di inibirli.
A loro volta gli antiossidanti possono agire in due modi:
– Rendere stabili i radicali rallentandone la propagazione (Radical Scavenger).
– Rallentare la loro formazione attraverso diversi meccanismi che coinvolgono il sequestro dell’ossigeno molecolare(Oxygen scavenger) e lo spegnimento di quello singoletto (Oxygen quencer).
In parole povere ne possono rallentare l’azione oppure possono direttamente evitare la loro formazione.
Della prima categoria ne fanno parte antiossidanti di natura fenolica come gli acidi fenolici, i flavonoidi, gli alcoli fenolici e i tocoferoli (vitamina E), mentre esempi della seconda sono l’acido ascorbico (vitamina C), l’acido citrico, le xantofille e i caroteni(vitamina A).
Per capire quali antiossidanti sono contenuti negli alimenti basta semplicemente osservarne il colore, infatti molto spesso sono proprio gli antiossidanti a dare la tipica colorazione all’ortaggio.
L’unico modo per usufruire di tutti i benefici di queste potenti elisir di giovinezza è variare la nostra dieta, tenendo presente i significati dei diversi colori del cibo.

Radicali liberi per non invecchiare consigli ultima modifica: 2018-04-16T16:12:32+00:00 da belleconavon

Leggi Anche:

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all’art. 1, comma III della L. n. 62 del 7.03.2001. Le informazioni tecnico-scentifiche ed i consigli generici su stili di vita e benessere pubblicati attraverso questo blog sono da ricondurre all’opinione di professionisti di settore. Essi non hanno una natura medica in quanto affrontano le tematiche in un’ottica informativa e non risolutiva, pertanto sono da considerarsi generici e non sono attribuibili alle particolari situazioni del lettore. Ad ogni modo si raccomanda la consultazione del proprio medico o di altri esperti sanitari per qualsiasi dubbio o approfondimento. ©Il Materiale sono di proprietà e il copyright dei rispettivi proprietari