Crea sito

Un Make-up Perfetto come farlo

Un Make-up Perfetto come farlo

Uscire di casa con un make up perfetto in qualsiasi occasione è un punto di forza di molte ragazze. Alcune invece tentennano, guardano il make up un po’ con diffidenza e magari non hanno tanta confidenza con i trucchi, ecco perché qui raccogliamo i consigli per un make up perfetto.

Qual è dunque il fine del make up? Migliorare i nostri difetti, esaltare i nostri tratti, mostrare la nostra personalità il tutto protendente verso un canone di bellezza in continua trasformazione. Il trucco è divenuto principalmente una moda e nel corso degli anni si è adeguato alla richieste d’immagine della società.

Un make up perfetto dunque, non solo ci permette di apparire al top ma fa anche onore al culto della bellezza. Attenzione però: il trucco non deve servire a “mascherare” ed a “proteggere” la persona, si è belli anche senza trucco e ci si deve accettare per quello che è, diversamente, il trucco diventa una mania e la spia di un problema di autostima.

Come truccarsi: le basi del make up perfetto

Prima dei consigli sarebbe meglio sapere che cosa ci occorre per un make up perfetto.

  • Primer: ovvero un fissante, una base su cui far aderire il trucco, che si stende dopo la crema idratante. La sua funzione è far durare il trucco più a lungo;
  • Fondotinta e correttore: hanno lo scopo di colorare uniformemente il viso, al giorno d’oggi troviamo le BB cream, indicata soprattutto per chi non ha gravi imperfezioni;
  • Le terre e i fard: aggiungono una nota di luce e di colore per sottolineare i tratti del viso e per creare un gioco di luce ed ombra, con la tecnica “contouring” si riesce a creare un vero è proprio trucco, si modificano i tratti del viso facendoli apparire diversi, una sorta d’illusione ottica;
  • Ombretto, mascara e matita per occhi: per colorare le palpebre, modellare l’occhio, allungare le ciglia e quindi per far risaltare lo sguardo;
  • Rossetto, gloss e matita per le labbra: anche in questo caso occorro per modellare, riempire, definire e dare luce, in questo caso alla bocca.

Come truccarsi bene: consigli per un make up perfetto

Apriamo con qualche errore comune preferibilmente da evitare:

  1. Truccarsi con il viso sporco: prima del trucco la pelle dev’esser pulita ed idratata, altrimenti le imperfezioni anziché diminuire aumenteranno;
  2. Non usare le creme idratanti: la crema ha la funzione d’idratare la pelle in modo che il trucco non la secchi troppo e non la aggredisca.
  3. Usare cosmetici scadenti: evitate di usare cosmetici di dubbi ingredienti potrebbero causarvi più problemi di quelli che vi risolvono.
  4. Non mischiare troppi colori: scegliere poche gradazioni della stesso colore, così si evita l’effetto maschera carnevalesca.
  5. Non eccedere: ok al volume alle ciglia ma senza appesantirle, va bene rossetto e ombretto ma senza sovraccaricare il viso.

Come truccarsi bene: guida passo per passo

Passo 1: Come truccare il viso

Armiamoci di primer, correttore, fondotinta, cipria, fard e terra, ci serviranno anche un pennello a punta fine per il correttore, un pennello piatto o una spugnetta per il fondotinta e un pennello grande per furd e terra.

Come prima cosa ovviamente stendiamo il primer per far aderire il trucco. Quindi è la volta del correttore che deve esser steso, o meglio picchiettato nei punti che si vogliono correggere (cicatrici, brufoli, occhiaie, macchie etc).

Scegliere un fondotinta del colore della nostra pelle e passare all’applicazione, si parte dal centro sfumando verso i lati del viso.

E’ il turno della cipria per fissare il tutto.

Si passa al fard che serve a dare un tocco di colore alle guance, lo si deve stendere sullo zigomo salendo verso la tempia.

Infine la terra illuminante per un dare più luce a tutto il viso o solo sugli zigomi.

Consigli per usare cipria e fard in base al vostro viso

Generalmente si classificano i visi in tre grandi categorie: i visi ovali, i visi rotondi, quadrati  o triangolari; i visi lunghi o rettangolari allungati. Ecco qualche regola per usare cipria e fard in base alla “forma” del vostro viso.

  1. Avete un viso ovale? Siete fortunati! Potete permettervi (quasi) tutto. La sua forma perfetta lo rende facile da i truccare. Metterete il fard, naturalmente, sui pomelli e lo sfumerete leggermente in senso orizzontale verso le tempie. Su un viso rotondo, quadrato o triangolare, tirate il fard dai pomelli verso le tempie, risalendo leggermente.
  2. Su un viso rettangolare, sfumate il fard, dai pomelli verso il basso. Come regola generale, evitate di mettere il fard tra il naso e l’inizio dei pomelli. Per scavare le vostre guance e darvi un’aria interessante e “drammatica”, applicate una cipria o un fard scuro, in modo circolare sui pomelli e sfumatela verso il basso del viso.
  3. Se il vostro viso vi sembra piatto, mettete sui pomelli una puntina di fard in crema rosa chiaro madreperlato che li farà risaltare. Una puntina di fard rosa centrato lungo la mascella inferiore, l’assottiglierà.
  4. Avete il mento un pò troppo rotondo? Assottigliatelo con un pizzico di fard scuro nel mezzo. Un pò di fard scuro sulla punta del naso lo accorcerà.  Due righe scure sfumate a lato d’un naso troppo largo, l’assottiglieranno.
  5. Volete dimagrire il vostro viso troppo largo, applicate la polvere scura sulle guance e le mascelle e della polvere chiara sulla parte mediana del viso. Se volete allargarlo fate il contrario.
  6. Addolcite il vostro viso troppo spigoloso con un tocco di fard madreperlaceo sulle guance e nell’incavo delle orbite, e con un rossetto brillante.
  7. Non gonfiate il viso che trovate troppo rotondo con un trucco brillante. Al contrario in questo caso, usate la polvere che accentuando le guance, le arcate sopracciliari, il naso e il mento, metterà in risalto gli angoli del viso e scolpirà la vostra personalità.

Insomma, il principio generale è questo: un trucco brillante, sempre dando una certa luminosità al viso, l’arricchisce; invece polvere e fard scuri, opacizzano e assottigliano le parti del viso dove lo mettete, e nello stesso tempo attenuano e nascondono i difetti. E’ una regola generale che è molto utile ricordare.

Passo 2: Come truccare gli occhi

In questo caso serviranno matita, ombretto e rimmel.

Si parte dalle sopracciglia che non vanno mai dimenticate, perché sono importanti tanto quanto il resto del viso. Se sono state depilate male o hanno qualche imperfezione si possono ridelineare con l’aiuto della matita.

Si passa all’applicazione dell’ombretto, che può essere di due tonalità diverse, una per la palpebra ed una per l’arcata sopraccigliare oppure uno più chiaro per l’interno ed uno più scuro da sfumare nella parte esterna.

Quindi è il turno della matita ed infine del rimmel per avere ciglia folte, scurissime ma soprattutto lunghe.

Come truccare occhi piccoli, sporgenti, incavati?

Il principio base è lo stesso che per il fondotinta: gli ombretti chiari fanno risaltare gli occhi; quelli scuri li incavano e li attenuano; l’eye-liner e la matita allungano l’occhio… eccetto che per certi casi; il mascara messo solo sulle ciglia superiori da risalto all’occhio; messo in alto e in basso, lo ingrandisce.

  1. Come truccare gli ccchi troppo piccoli: non portate sopracciglia troppo folte. Ingrandite la distanza che separa le vostre sopracciglia dai vostri occhi, depilando le sopracciglia dalla base e “scavandole” nel centro. Fatevi una riga sulle palpebre superiori e inferiori con l’eye-liner o con la matita. Ricordatevi che la riga fatta solo sulla palpebra superiore vi chiuderà l’occhio. Evitate l’uso del khòl e del kajal; mettete un ombretto chiaro sulla palpebra e scuro un po’ più in alto della piega del l’occhio.
  2. Come truccare gli occhi sporgenti, globulosi o leggermente “bovini”: un po’ di ombretto scuro sulla palpebra e ancora più scuro sull’arcata sopracciliare, li incasserà un po’. Aggiungete una riga con l’eye-liner o la matita ben accentuata sulla palpebra superiore per allungare l’occhio. Niente khòl. In compenso, le ciglia finte sulle palpebre superiori saranno un’ottima cosa.
  3. Come truccare gli occhi incavati: depilate le sopracciglia vicino al naso. Mettete sulla palpebra superiore un ombretto chiaro leggermente sfumato nell’angolo dell’occhio e un ombretto più scuro sulla sporgenza dell’arcata sopracciliare. Nell’incavo dell’occhio, vicino al naso, mettete un po’ d’ombretto chiaro, madreperlaceo. Per la riga dell’occhio, scegliete una matita che non sia troppo scura.

Trucco per gli occhi, altre possibilità:

  1. Palpebre cascanti: ritiratele su con delle righe di eye-liner o di matita, discrete, nel lato interno dell’occhio e abbastanza accentuate verso l’angolo esterno.
  2. Occhi troppo ravvicinati: depilatevi molto all’attaccatura del naso tra le sopracciglia. Tirate l’eye-liner, inspessendo la riga verso le tempie e fate la stessa cosa con l’ombretto che sarà sfumato verso l’interno.
  3. Occhi troppo lontani: infoltite artificialmente le vostre sopracciglia, all’attaccatura del naso, con dei tratti di matita. Allungate l’eye-liner nel lato interno dell’occhio il più possibile. Mettete un ombretto scuro, più vicino possibile al naso, al contrario, mettetelo chiaro e sfumato verso le tempie

Le ciglia: come valorizzarle al meglio

La posa del mascara sulle ciglia è l’ultima fase del trucco agli occhi. La più importante e la più lunga, dicono gli specialisti. Potete fare a meno dell’ombretto e dell’eye-liner, ma non del mascara. Da solo veste il viso. Il prodotto si presenta sotto forma liquida o solida. Il mascara solido, venduto con il suo spazzolino, è più economico e durerà più a lungo.

Il sistema lo conoscete: si sputa sullo spazzolino per umidificarlo poi si passa sul mascara (si consiglia piuttosto di bagnare lo spazzolino con dell’acqua). Il mascara automatico è una specie di stilo che racchiude uno spazzolino a forma di spirale a bagno nel liquido. E’ pratico ma si asciuga abbastanza facilmente. Il ruolo dei due prodotti è complementare: il primo allunga le ciglia, il secondo le infoltisce.

Certi estetisti infatti consigliano di adoperarli nello stesso tempo. Potrete fare nella maniera seguente: dopo esservi incipriate, incominciate col passare del mascara solido sulle ciglia delle palpebre superiori. Aspettate uno o due minuti che sia perfettamente asciutto. Passate allora un secondo strato con il mascara automatico, sempre dalla radice alla punta.

Per le ciglia inferiori, la tecnica e differente. Bisogna sfiorarle con un movimento avanti, indietro in senso orizzontale, poi rimettete diritte le ciglia con la spazzolina. I colori più utilizzati sono il nero, il blu scuro e il marrone.

Per una serata potrete raffinare il vostro trucco applicando sopra il nero un secondo strato di mascara colorato (blu, verde, malva) che richiami il colore del vostro vestito.

Passo 3: Come truccare le labbra

Infine è il turno della labbra, ci occorrono: gloss, rossetto e matita.

Passiamo prima la matita per contornare le labbra, dev’esser di una tonalità che si avvicina molto al colore delle labbra.

Quindi è il turno del rossetto, per riempirle e donare colore nonché vivacità. Dopodichè è bene dare una ritoccata al contorno con la matita per uniformarle.

Infine il gloss per dare luce.

Naturalmente si possono scegliere solo rossetto e matita o solo rossetto e gloss o solo gloss.

Un trucco rapido che c’è ma non si vede?

Fondotinta color dell’incarnato, fard pesca, ombretto effetto nude, mascara e gloss. Make up perfetto e veloce per tutte le situazioni!

Consigli utili per truccare le labbra

Il rossetto si applica dalla commissura verso il centro per il labbro inferiore; dal centro verso la commissura per il labbro superiore. E’ preferibile utilizzare un pennello fine o una matita molto appuntita per disegnare, innanzitutto, il contorno delle labbra; il rossetto si metterà dopo. Il vostro trucco sarà così senza sbavature.

L’errore più frequente consiste nel voler oltrepassare il bordo naturale quando si hanno labbra sottili. L’effetto è disastroso ed anche volgare. E’ preferibile non cambiare il disegno naturale delle labbra. In compenso usate dei rossetti chiari, madreperlacei ed evitate di prolungare il tracciato sino alla commissura.

Se al contrario, le vostre labbra sono molto carnose, ridisegnate i contorni con una matita marrone chiara con un tratto leggermente arretrato rispetto alla linea naturale, poi applicate il rossetto con un pennello. Utilizzate dei rossetti scuri e poco lucida labbra.

Se avete una bocca leggermente cascante, arrotondare il labbro inferiore con una matita scura e ridisegnate con la stessa matita la linea naturale del vostro labbro superiore arrestando il tratto prima della commissura. Applicate il rossetto. Lasciate tali e quali le commissure “allegre” che vanno in su: vi daranno un’aria di eterna giovinezza.

Per le sere di festa, date risalto alle vostre labbra mettendo delle tinte differenti: rosso chiaro all’interno e rosso più sostenuto per i contorni. Tutte le vostre correzioni devono essere fatte abilmente ed essere impercettibili.

Come mascherare brufoli, nei, cicatrici, macchie e occhiaie pronunciate

Una celebre indossatrice di Chanel non reputò necessario e farsi operare di una voglia che aveva su una delle guance. La sua astuzia stava nel fatto che non cercava di mascherarla. Tutt’al più portava grandi berretti, delle pettinature che velavano il viso fino al mento. Ma il suo portamento era tale che certi non si sono mai accorti della sua sfortuna. Tutta l’arte del mascheramento sta nel far finta di niente.

Avete un grosso brufolo sul viso? Astenetevi per qualche giorno di mettervi del fard, cipria o fondotinta. Ma se avete un’uscita in vista, invece di cercare di mascherarlo come un neo, rischiando d’infettarlo, truccatevi prendendo delle precauzioni. Mettete sul brufolo una crema base di color rosa. Fissatelo con dell’acqua minerale in bombola. Lasciate asciugare. Mettetevi quindi un fondotinta coprente, leggermente più scuro del solito. Opacizzate il tutto con un po’ di cipria compatta.

Una piccola cicatrice? Mettetevi prima di tutto del fondotinta, poi riempite l’incavo della cicatrice con un coprente per le occhiaie, con un pennello. Utilizzate in seguito una cipria trasparente.

Delle occhiaie pronunciate? Se sono dovute ad una iper-pigmentazione o se sono veramente accentuate, solo un chirurgo estetista potrà tentare qualcosa. Ma ci sono dei casi dove una donna molto giovane e dotata d’un colorito pulito e chiaro, può giocare con le occhiaie per farsi un viso “interessante”. Basterà truccarsi le palpebre inferiori in maniera un po’ più pesante (Da sconsigliare alle donne con un colorito misto).

I nei? Danno un fascino in più, a condizione di non fame troppi. I nei sono raramente unici. Perciò non metteteli tutti in evidenza con i1 trucco. Sceglietene uno solo, ben situato, su d’una guancia, sul mento o sotto il labbro come quello di Virna Lisi, l’attrice italiana e trasformatelo in “mouche” con un matita nera per gli occhi, dopo aver messo la cipria e il fard.

Le lentiggini? Sono l’appannaggio delle rosse con pelli fini, trasparenti, ipersensibili. Causate da un accumulo di pigmento ripartito in maniera disuguale nelle cellule a livello dell’epidermide,  le “efelidi” affiorano al minimo raggio di sole. Non le nascondete, mettetele in risalto. Accentuatele, sui pomelli e sul naso, con una matita marrone chiara (matita per gli occhi), disegnatevene pure delle false dopo esservi truccate. Ma questo trucco per riuscire deve essere fatto su d’una pelle giovane, fresca e… di una rossa. Altrimenti può diventare una cosa sofisticata e volgare.

Le macchie scure? Potete mascherare le macchie color caffè latte (macchie di gravidanza o di pigmentazione causate da certe medicine, da olio solare o da acqua di Colonia a base di essenze di bergamotto), con un fondotinta coprente, incipriatevi uniformemente (polvere compatta). Evitate il sole al massimo. In estate, proteggete la vostra pelle con delle creme solari molto efficaci.

Le piccole venuzze blu? Sono il segno di una pelle molto fine. Delicata e fragile, sarebbe un peccato cercare di coprirle con il trucco. Lasciatele trasparire, ben visibili sotto una crema per le palpebre o un fondotinta trasparente.Nel Medioevo e nel XIX secolo, le donne cercavano di accentuare con una matita blu questa testimonianza tangibile della delicatezza della loro epidermide.

Come truccarsi bene: i consigli per non sbagliare

  1. Scegli colori pastello: non tramontano mai, stanno bene con tutto e per tutte le occasioni, meglio riservare i colori fluo a serate particolari, senza miscelarne troppi!
  2. Matita o Eyeliner: dipende da come ti senti, se vuoi un trucco nature e delicato opta per la matita, se ti senti più sexy e sbarazzina va bene l’eyeliner.
  3. Trucco intenso: riservalo per le occasioni speciali o per quando vuoi giocare e cambiare un po’, oer il giorno e le occasioni formali attieniti ad un trucco più leggero.
  4. Truccati sempre alla luce del giorno o della lampadina, mai in penombra e datti sempre uno sguardo d’insieme allo specchio, prima di uscire.
  5. La fretta è cattiva consigliera: truccarsi di fretta, in modo veloce ed approssimativo garantisce risultati da brivido, meglio non truccarsi proprio!

Le tecniche del trucco e consigli per tutti i giorni

Sapersi truccare è innanzitutto saper utilizzare scientificamente i differenti prodotti di base concepiti per unificare la pelle del viso (e anche sapere in quale ordine applicarli!!).Guadagnerete molto tempo conoscendo le regole e agendo con metodo.

Per prima cosa dovete avvolgere i vostri capelli in un asciugamano prima di procedere nei preparativi. Infatti, l’umidità dei latti o delle creme è il nemico numero uno della vostra messa in piega. Inoltre, non abbiate paura di stendere i prodotti il più possibile, fino all’attaccatura dei capelli.

Dopo aver pulito e passato la lozione sulla vostra pelle, seguite questi piccoli consigli per truccarsi bene:

  • Il mascara: quello che permette di cancellare quella eventuale “sbavatura” senza rovinare il fondotinta.
  • Il fondotinta: applicatelo con una spugna umida evitando le palpebre e le labbra.
  • L’ombretto (polvere, crema, o matita): in tutti i casi, sfumatelo per ottenere un risultato più armonioso. Poi utilizzate, se lo desiderate, la matita.
  • Il copri occhiaie: si applica con la punta delle dita a piccoli tocchi.
  • La matita per le sopracciglia: ridisegnare le sopracciglia seguendo la linea naturale e sfumatela con una spatolina.
  • Il rossetto o il lucida labbra: si applica come tocco finale per completare il trucco.

Ecco lo svolgimento delle principali fasi d’un trucco di tutti  i giorni, assolutamente normale. Per certe occasioni: un giorno di festa eccezionale, una serata importante, potrete raffinarlo!

fonte: portalebenessere

Salva

Salva

Leggi Anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*